Infotel
cloud


Tra le molte novità introdotte dal Collegato lavoro, in vigore dal 24 novembre 2010 (L. n. 183/2010), una serie di misure finalizzate al contrasto del lavoro sommerso, tra cui una sanzione amministrativa da 1.500 a 12 mila euro per ciascun lavoratore irregolare, con l’aggiunta di 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo, per i datori di lavoro privati che non trasmettono la comunicazione preventiva di assunzione.

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con la Circolare n.38, è intervenuto a fornire chiarimenti in materia di maxisanzione.

La Circolare ribadisce la natura di misura sanzionatoria aggiuntiva della “maxisanzione”, in quanto questa non sostituisce ma va a sommarsi a quanto già previsto dalla normativa nei casi di irregolare costituzione del rapporto di lavoro (mancata consegna al lavoratore del documento contenente le informazioni  relative alla instaurazione del rapporto di lavoro, omesse registrazioni sul libro unico ecc). 

Presupposto per l’individuazione del lavoro sommerso
è l’impiego di lavoratori in assenza di comunicazione preventiva di instaurazione del rapporto di lavoro.  

Ambito di applicazione

La norma attuale si riferisce esclusivamente ai “lavoratori subordinati  senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro”  alle dipendenze di datori di lavoro privati, o anche di enti pubblici economici, con esclusione dei lavoratori domestici. Il provvedimento sanzionatorio si applica, quindi, alle prestazioni di natura subordinata non comunicate al Centro per l’impiego. Le nuove misure apportano modifiche al decreto legge 12/02 (convertito nella Legge 73/02) e contengono dettagliate modalità di calcolo della sanzione.
La sanzione non è applicabile ai rapporti di lavoro instaurati con lavoratori autonomi e parasubordinati, come ad esempio nei casi di collaborazioni coordinate e continuative, anche  a progetto. L'applicazione della maxisanzione assorbe quella (100 euro) relativa al mancato invio della comunicazione di assunzione al centro per l'impiego.

Esclusioni dall’applicazione

La circolare conferma la possibilità di regolarizzare il mancato invio  della comunicazione al centro per l'impiego, allo scopo di evitare la maxi sanzione, purché la regolarizzazione preceda il primo accesso ispettivo.
I casi prospettati sono due:
  • se la regolarizzazione avviene prima della scadenza del primo pagamento contributivo, cioè entro il 16 del mese successivo all'effettivo inizio del rapporto, la maxi sanzione si evita con l'invio della sola comunicazione di assunzione;
  • se la regolarizzazione avviene successivamente, la maxi sanzione può essere evitata solo se il datore di lavoro, oltre alla comunicazione al centro per l'impiego, effettua il versamento anche della contribuzione relativa al periodo "scoperto". Più precisamente, deve denunciare la propria posizione debitoria entro 12 mesi dal termine stabilito per il pagamento dei contributi riferiti al primo periodo di paga; il versamento dei contributi per tutto il periodo di irregolarecontribuzione deve essere effettuato entro 30 giorni dalla denuncia.
Restano fermi i successivi e conseguenti adempimenti previdenziali. 

Fonte: Ministero del lavoro e delle politiche sociali

3 morti sul lavoro

Pubblicato da Lilino Albanese | 13:21 | | 0 commenti »

Un uomo di 43 anni, Roberto Delfi, è morto a Laterina, in provincia di Arezzo, a causa delle esalazioni provenienti da un silos che conteneva truciolato. Non è ancora chiaro perché la vittima si trovasse in quel luogo. Il silos-killer si trovava nell’azienda di Roberto Delfi, la quale porta il suo nome.

A lanciare l’allarme è stata un’impiegata e sul posto sono subito giunti i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Allertato anche il servizio di elisoccorso nel caso in cui ci fosse stato bisogno di un trasporto in ospedale d’urgenza.

Arrivati sul silos, i pompieri hanno avuto qualche difficoltà a recuperare il corpo dell’artigiano ormai privo di conoscenza. I sanitari hanno attivato tutte le procedure per cercare di rianimarlo, ma alla fine non c’è stato nulla da fare.

Ma nella giornata di oggi ci sono state altre due morti bianche: un operaio è caduto nella tromba dell’ascensore in un palazzo in costruzione a Milano in via Bernardino Verro. L’uomo, 41 anni, avrebbe violentemente picchiato la testa al suolo dopo un volo di tre metri e sarebbe morto sul colpo. Ancora da chiarire sono i motivi della caduta, ma a quanto pare la vittima avrebbe involontariamente perso l’equilibrio.

Non lontano dal capoluogo lombardo, a Parego in Brianza, un 42enne originario di Valsassina (Lecco) è deceduto dopo essere precipitato dal tetto di un’abitazione su cui stava lavorando. A causare la fatale caduta è stato un attrezzo da lavoro che lo ha travolto.

http://www.ilquotidianoitaliano.it

Mercoledì, 15 Dicembre 2010- Ore 9:00 presso Musa - Contrada Piano Cappelle - Benevento

Il Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro, (SGSL), è il sistema organizzativo finalizzato al miglioramento continuo della salute e della sicurezza aziendale e fa riferimento alla norma OHSAS 18001:2007. La sua adozione, del tutto volontaria, se è conforme a quanto previsto dall'art. 30 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. ha efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni (D. Lgs. 231/01).

Il SGSL definisce le modalità per individuare, all'interno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilità, le procedure, i processi e le risorse per la realizzazione della politica aziendale di prevenzione, nel rispetto delle norme di salute e sicurezza vigenti.

- 09.00 – Registrazione partecipanti
- 09.15 – Apertura lavori
Dott. Rino Vitelli - Dirigente Assessorato Cultura Comune di Benevento Dott. Gianfranco Ucci - Presidente LIONS Club Benevento Host Prof. Aniello Cimitile- Presidente Provincia di Benevento Geom. Mario Rinaldi- Presidente Collegio Geometri di Benevento Arch. - Sabatino Falzarano - Presidente Ordine Architetti di Benevento
- 09.30 – Sistema OHSAS 18001 - Ciclo di Deming Dott. Marcello Parrella - Direttore Globalform
- 09.50 – La prevenzione conviene: riduzione del premio INAIL e finanziamenti per le imprese che “investono” in Sicurezza Dott.ssa Anna Villanova - Resp. Sede INAIL Benevento
- 10.10 – Il ruolo della formazione per la qualità e la sicurezza. Dott. Pino Mauriello - Direttore CPT Benevento
- 10.30 – Modalità e Procedure per operare in Sicurezza Prof. Gaetano Natullo - Docente di Diritto del Lavoro presso la Facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi del Sannio
- 11.00 – Sistemi di Gestione OHSAS 18001 e del D.Lgs. 81/08 Ing. Giuseppe Pacelli - Innova Srl- Benevento
Presentazione di una esperienza applicativa: Porti di Roma e del Lazio Ing. Marcello Liguori - Innova Srl- Benevento
- 11.45 – Sistema Software Gestionale Dott. Pellegrino Albanese - Direttore Tecnico Infotel
- 12.15 – I vantaggi delle Certificazioni di un SGSL Dott. Alfonso Pagliuca - Certification Manager AJA Registrars Europe
- 12.40 – Agevolazioni per l’erogazione della formazione Dott. Salvatore Piroscia - Direttore Confsalform
- 13.00 – Dibattito

Moderatore Ing. Dott. Secondo Martino
Segreteria Organizzativa, Referente: Dott.ssa Cristina De Donato Mail: eventi@consorzioinfotel.it
Scarica brochure: scarica

Imprese, sindacati e Spisal assieme per la sicurezza: a chiusura del convegno sulla sicurezza di Ance Verona hanno firmato infatti un protocollo d’intesa per una maggior sorveglianza e formazione nei cantieri. L’accordo è stato siglato oggi al termine del convegno «L’organizzazione e la gestione della sicurezza nella filiera delle costruzioni», organizzato da Ance Verona in collaborazione con le sigle sindacali di settore Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil. Una collaborazione che è indizio di «una silenziosa rivoluzione copernicana», come è stata definita dal procuratore capo di Verona Mario Giulio Schinaia - riferisce una nota - la sempre maggior attenzione delle imprese edili per la sicurezza sul lavoro. 

«Gli imprenditori edili si interessano non solo dei costi e dei danni e sanzioni relativi agli infortuni del dipendente - ha spiegato Schinaia, ma della salvaguardia della salute e della tutela dell’economia legale. La legalità è fondamentale in una realtà ricca di opportunità di investimento come quella veronese, dato che le infiltrazioni dell’economia illegale si fondano sul mancato rispetto delle regole». Il rispetto delle regole della sicurezza sul lavoro induce una progressiva e costante diminuzione degli infortuni: secondo i dati forniti da Franco Polosa, direttore dell’Inail, nei primi nove mesi del 2010, gli incidenti nei cantieri sono diminuiti del 15% rispetto al medesimo periodo del 2009, da 1398 a 1153. 

«Le imprese iscritte all’Ance sono in regola ¨ commenta il presidente Andrea Marani ¨ ma si trovano a competere con migliaia di imprese, come risulta al Registro delle Imprese scaligero che non si sa bene quali norme rispettino. La sicurezza e il rispetto delle regole hanno un costo, ma è sempre inferiore al costo sociale che la comunità deve pagare in termini di infortuni sul lavoro».

http://www.larena.it

FOSOF 2010 - 26/28 Novembre 2010 - Centro Agroalimentare Z.I. PAD X – STAND 1-2-3-4 - Via Mecio Gracco 1 (SA)
 
 
Salone del software tecnico e dell' isolamento termoacustico

Data : 26/28-11-2010 Luogo: Centro Agroalimentare Z.I. PAD X – STAND 1-2-3-4 - Via Mecio Gracco 1 (SA)
Segreteria Organizzativa, Referente: Dott.ssa Cristina De Donato Mail: eventi@consorzioinfotel.it

Convegno OHSAS 18001

Pubblicato da Lilino Albanese | 18:19 | | 0 commenti »

Vi  invitano al Convegno
OHSAS 18001:Aspetti Tecnici e Normativi
Venerdì, 3 Dicembre 2010 - Ore 9:30
presso Hotel Grand'Italia - Corso del Popolo,81 - Padova


PARTECIPAZIONE GRATUITA - ISCRIZIONE OBBLIGATORIA - NUMERO CHIUSO


- 09.30 – Registrazione partecipanti
- 09.45 – Saluti Autorità
- 10.00 – SGSL - OHSAS 18001: l'interazione tra Qualità e Sicurezza Ing. Secondo Martino – Presidente Infotel
- 10.45 – Rischio Stress Lavoro Correlato: valutazione e gestione Dott. Piergiorgio Frasca - Psicologo del lavoro
Coordinatore Comitato Tecnico AIAS Formazione
- 11.20 – Presentazione di una applicazione pratica OHSAS 18001 Dott. Marco Greggio - RSPP SONEPAR ITALIA S.p.A.
- 11.45 – Coffee - Break
- 12.00 – Presentazione Sistema Software OHSAS 18001 Dott. Pellegrino Albanese - Direttote Tecnico Infotel
- 12.45 – Contributi economici per le aziende (Formazione Sicurezza) Dott. Salvatore Piroscia - Direttore Confsalform
- 13.00 – Dibattito

INFOTEL SISTEMI
Referente: Dott.ssa Giusy  Filieri
Fax: 049.651600 - Mail: info@81sicurezza.org

D.P.R. 5 ottobre 2010

Regolamento di esecuzione e attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE.”

PARTE I – DISPOSIZIONI COMUNI

TITOLO I - Potesta’ regolamentare e definizioni

Articolo 1 Ambito di applicazione del regolamento
Articolo 2 Disposizioni relative a infrastrutture strategiche e insediamenti produttivi
Articolo 3 Definizioni

TITOLO II – TUTELA DEI LAVORATORI E REGOLARITA’ CONTRIBUTIVA

Articolo 4 Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza contributiva dell’esecutore e del subappaltatore
Articolo 5 Intervento sostitutivo della stazione appaltante in caso di inadempienza retributiva dell’esecutore e del subappaltatore
Articolo 6 Documento unico di regolarità contributiva

TITOLO III – ALTRE DISPOSIZIONI COMUNI

Articolo 7 Sito informatico presso l’Osservatorio
Articolo 8 Casellario informatico

PARTE II - CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI NEI SETTORI ORDINARI

TITOLO I - ORGANI DEL PROCEDIMENTO E PROGRAMMAZIONE

CAPO I – Organi del procedimento

Articolo 9 Responsabile del procedimento per la realizzazione di lavori pubblici
Articolo 10 Funzioni e compiti del responsabile del procedimento

CAPO II - Programmazione dei lavori

Articolo 11 Disposizioni preliminari per la programmazione dei lavori
Articolo 12 Accantonamento per transazioni e accordi bonari
Articolo 13 Programma triennale ed elenchi annuali



TITOLO II - PROGETTAZIONE E VERIFICA DEL PROGETTO

CAPO I - Progettazione

Sezione I - Disposizioni generali

Articolo 14 Studio di fattibilità
Articolo 15 Disposizioni preliminari per la progettazione dei lavori e norme tecniche
Articolo 16 Quadri economici

Sezione II - Progetto preliminare

Articolo 17 Documenti componenti il progetto preliminare
Articolo 18 Relazione illustrativa del progetto preliminare
Articolo 19 Relazione tecnica
Articolo 20 Studio di prefattibilità ambientale
Articolo 21 Elaborati grafici del progetto preliminare
Articolo 22 Calcolo sommario della spesa e quadro economico
Articolo 23 Capitolato speciale descrittivo e prestazionale del progetto preliminare

Sezione III - Progetto definitivo

Articolo 24 Documenti componenti il progetto definitivo
Articolo 25 Relazione generale del progetto definitivo
Articolo 26 Relazioni tecniche e specialistiche del progetto definitivo
Articolo 27 Studio di impatto ambientale e studio di fattibilità ambientale
Articolo 28 Elaborati grafici del progetto definitivo
Articolo 29 Calcoli delle strutture e degli impianti
Articolo 30 Disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici del progetto definitivo
Articolo 31 Piano particellare di esproprio
Articolo 32 Elenco dei prezzi unitari, computo metrico estimativo e quadro economico del progetto definitivo

Sezione IV - Progetto esecutivo

Articolo 33 Documenti componenti il progetto esecutivo
Articolo 34 Relazione generale del progetto esecutivo
Articolo 35 Relazioni specialistiche
Articolo 36 Elaborati grafici del progetto esecutivo
Articolo 37 Calcoli esecutivi delle strutture e degli impianti
Articolo 38 Piano di manutenzione dell’opera e delle sue parti
Articolo 39 Piani di sicurezza e di coordinamento e quadro di incidenza della manodopera
Articolo 40 Cronoprogramma
Articolo 41 Elenco dei prezzi unitari
Articolo 42 Computo metrico estimativo e quadro economico
Articolo 43 Schema di contratto e capitolato speciale d'appalto

CAPO II – Verifica del progetto

Articolo 44 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di verifica del progetto
Articolo 45 Finalità della verifica
Articolo 46 Accreditamento
Articolo 47 Verifica attraverso strutture tecniche della stazione appaltante
Articolo 48 Verifica attraverso strutture tecniche esterne alla stazione appaltante
Articolo 49 Disposizioni generali riguardanti l’attività di verifica
Articolo 50 Requisiti per la partecipazione alle gare
Articolo 51 Procedure di affidamento
Articolo 52 Criteri generali della verifica
Articolo 53 Verifica della documentazione
Articolo 54 Estensione del controllo e momenti della verifica
Articolo 55 Validazione
Articolo 56 Responsabilità
Articolo 57 Garanzie
Articolo 58 Conferenza dei servizi
Articolo 59 Acquisizione dei pareri e conclusione delle attività di verifica

TITOLO III - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE E REQUISITI PER GLI ESECUTORI DI LAVORI

CAPO I – Disposizioni generali

Articolo 60 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di qualificazione degli esecutori di lavori
Articolo 61 Categorie e classifiche
Articolo 62 Qualificazione di imprese stabilite in Stati diversi dall’Italia
Articolo 63 Sistema di qualità aziendale

CAPO II – Autorizzazione degli organismi di attestazione

Articolo 64 Requisiti generali e di indipendenza delle SOA
Articolo 65 Controlli sulle SOA
Articolo 66 Partecipazioni azionarie
Articolo 67 Requisiti tecnici delle SOA
Articolo 68 Rilascio della autorizzazione
Articolo 69 Elenco delle SOA ed elenchi delle imprese qualificate
Articolo 70 Attività di qualificazione e organizzazione delle SOA - Tariffe
Articolo 71 Vigilanza dell’Autorità
Articolo 72 Coordinamento della vigilanza sull’attività degli organismi di attestazione
Articolo 73 Sanzioni pecuniarie nei confronti delle SOA – Sospensione e decadenza dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività di attestazione
Articolo 74 Sanzioni per violazione da parte delle imprese dell’obbligo d’informazione
Articolo 75 Attività delle SOA

CAPO III – Requisiti per la qualificazione

Articolo 76 Domanda di qualificazione
Articolo 77 Verifica triennale
Articolo 78 Requisiti d'ordine generale
Articolo 79 Requisiti di ordine speciale
Articolo 80 Incremento convenzionale premiante
Articolo 81 Requisiti per la qualificazione dei consorzi stabili
Articolo 82 Rivalutazione dell'importo dei lavori eseguiti
Articolo 83 Determinazione del periodo di attività documentabile e dei relativi importi e certificati
Articolo 84 Criteri di accertamento e di valutazione dei lavori eseguiti all'estero
Articolo 85 Lavori eseguiti dall’impresa affidataria e dall'impresa subappaltatrice. Lavori affidati a terzi dal contraente generale
Articolo 86 Criteri di valutazione dei lavori eseguiti e dei relativi importi
Articolo 87 Direzione tecnica
Articolo 88 Contratto di avvalimento in gara e qualificazione mediante avvalimento
Articolo 89 Contenuti delle attestazioni rilasciate dalle SOA
Articolo 90 Requisiti per lavori pubblici di importo pari o inferiore a 150.000 euro
Articolo 91 Decadenza dell’attestazione di qualificazione

CAPO IV – Soggetti abilitati ad assumere lavori

Articolo 92 Requisiti del concorrente singolo e di quelli riuniti
Articolo 93 Società tra concorrenti riuniti o consorziati
Articolo 94 Consorzi stabili
Articolo 95 Requisiti del concessionario
Articolo 96 Requisiti del proponente e attività di asseverazione

TITOLO IV – MODALITA’ TECNICHE E PROCEDURALI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CONTRAENTI GENERALI

Articolo 97 Domanda di qualificazione a contraente generale
Articolo 98 Procedimento per il rilascio e la decadenza dell’attestazione
Articolo 99 Procedimento per il rinnovo dell’attestazione
Articolo 100 Documentazione della domanda nel caso di impresa singola in forma di società commerciale o cooperativa stabilita nella Repubblica italiana
Articolo 101 Documentazione nel caso di consorzio stabile
Articolo 102 Documentazione nel caso di consorzio di cooperative
Articolo 103 Imprese stabilite in Stati diversi dall'Italia
Articolo 104 Contratto di avvalimento in gara e qualificazione mediante avvalimento

TITOLO V - SISTEMI DI REALIZZAZIONE DEI LAVORI E SELEZIONE DELLE OFFERTE

CAPO I - Appalti e concessioni

Sezione prima: Disposizioni generali

Articolo 105 Lavori di manutenzione
Articolo 106 Disposizioni preliminari per gli appalti e le concessioni dei lavori pubblici
Articolo 107 Categorie di opere generali e specializzate - strutture, impianti e opere speciali
Articolo 108 Condizione per la partecipazione alle gare
Articolo 109 Criteri di affidamento delle opere generali e delle opere specializzate non eseguite direttamente

Sezione seconda: Appalto di lavori

Articolo 110 Disposizioni in materia di pubblicazione degli avvisi e dei bandi
Articolo 111 Esecuzione dei lavori congiunta all'acquisizione di beni immobili
Articolo 112 Valore dei beni immobili in caso di offerta congiunta
Articolo 113 Dialogo competitivo
Articolo 114 Premi nel dialogo competitivo

Sezione terza: Concessione di costruzione e gestione di lavori

Articolo 115 Schema di contratto di concessione
Articolo 116 Contenuti dell'offerta

CAPO II - Criteri di selezione delle offerte

Articolo 117 Sedute di gara
Articolo 118 Aggiudicazione al prezzo più basso determinato mediante massimo ribasso sull'elenco prezzi o sull'importo dei lavori
Articolo 119 Aggiudicazione al prezzo più basso determinato mediante offerta a prezzi unitari
Articolo 120 Offerta economicamente più vantaggiosa - Commissione giudicatrice
Articolo 121 Offerte anomale
Articolo 122 Accordi quadro e aste elettroniche

TITOLO VI – GARANZIE E SISTEMA DI GARANZIA GLOBALE DI ESECUZIONE

CAPO I - Garanzie

Articolo 123 Cauzione definitiva
Articolo 124 Fideiussione a garanzia dell'anticipazione e fideiussione a garanzia dei saldi
Articolo 125 Polizza di assicurazione per danni di esecuzione e responsabilità civile verso terzi
Articolo 126 Polizza di assicurazione indennitaria decennale
Articolo 127 Requisiti dei fideiussori
Articolo 128 Garanzie di raggruppamenti temporanei

CAPO II – Sistema di garanzia globale di esecuzione

Articolo 129 Istituzione e definizione del sistema di garanzia globale di esecuzione
Articolo 130 Modalità di presentazione della garanzia globale di esecuzione
Articolo 131 Oggetto e durata della garanzia globale di esecuzione
Articolo 132 Norme per il caso di attivazione della garanzia di cui all’articolo 113 del codice
Articolo 133 Norme per il caso di attivazione della garanzia di subentro nell’esecuzione
Articolo 134 Rapporti tra le parti – Requisiti del garante e del subentrante
Articolo 135 Limiti di garanzia
Articolo 136 Finanziamenti a rivalsa limitata

TITOLO VII – IL CONTRATTO

Articolo 137 Documenti facenti parte integrante del contratto
Articolo 138 Contenuto dei capitolati e dei contratti
Articolo 139 Spese di contratto, di registro ed accessorie a carico dell'affidatario
Articolo 140 Anticipazione
Articolo 141 Pagamenti in acconto
Articolo 142 Ritardato pagamento
Articolo 143 Termini di pagamento degli acconti e del saldo
Articolo 144 Interessi per ritardato pagamento
Articolo 145 Penali e premio di accelerazione
Articolo 146 Inadempimento dell’esecutore

TITOLO VIII – ESECUZIONE DEI LAVORI

CAPO I – Direzione dei lavori

Articolo 147 Ufficio della direzione dei lavori
Articolo 148 Direttore dei lavori
Articolo 149 Direttori operativi
Articolo 150 Ispettori di cantiere
Articolo 151 Sicurezza nei cantieri

CAPO II – Esecuzione dei lavori

Sezione prima – Disposizioni preliminari

Articolo 152 Disposizioni e ordini di servizio

Sezione seconda – Consegna dei lavori

Articolo 153 Giorno e termine per la consegna
Articolo 154 Processo verbale di consegna
Articolo 155 Differenze riscontrate all'atto della consegna
Articolo 156 Consegna di materiali da un esecutore ad un altro
Articolo 157 Riconoscimenti a favore dell’esecutore in caso di ritardata consegna dei lavori

Sezione terza - Esecuzione in senso stretto

Articolo 158 Sospensione e ripresa dei lavori
Articolo 159 Ulteriori disposizioni relative alla sospensione e ripresa dei lavori - Proroghe e tempo per la ultimazione dei lavori
Articolo 160 Sospensione illegittima
Articolo 161 Variazioni ed addizioni al progetto approvato
Articolo 162 Diminuzione dei lavori e varianti migliorative in diminuzione proposte dall’esecutore
Articolo 163 Determinazione ed approvazione dei nuovi prezzi non contemplati nel contratto
Articolo 164 Contestazioni tra la stazione appaltante e l'esecutore
Articolo 165 Sinistri alle persone e danni
Articolo 166 Danni cagionati da forza maggiore
Articolo 167 Accettazione, qualità ed impiego dei materiali
Articolo 168 Appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione di lavori sulla base del progetto preliminare
Articolo 169 Appalto di progettazione esecutiva ed esecuzione di lavori sulla base del progetto definitivo

Sezione quarta – Subappalto

Articolo 170 Subappalto e cottimo

Sezione quinta – Adeguamento dei prezzi

Articolo 171 Modalità per il calcolo e il pagamento della compensazione
Articolo 172 Modalità per l’applicazione del prezzo chiuso

CAPO III – Lavori in economia

Articolo 173 Cottimo fiduciario
Articolo 174 Autorizzazione della spesa per lavori in economia
Articolo 175 Lavori d'urgenza
Articolo 176 Provvedimenti in casi di somma urgenza
Articolo 177 Perizia suppletiva per maggiori spese

TITOLO IX – CONTABILITA’ DEI LAVORI

CAPO I – Scopo e forma della contabilità

Articolo 178 Fondi a disposizione delle stazioni appaltanti
Articolo 179 Lavori in economia contemplati nel contratto
Articolo 180 Accertamento e registrazione dei lavori
Articolo 181 Elenco dei documenti amministrativi e contabili
Articolo 182 Giornale dei lavori
Articolo 183 Libretti di misura dei lavori e delle provviste
Articolo 184 Annotazione dei lavori a corpo
Articolo 185 Modalità della misurazione dei lavori
Articolo 186 Lavori e somministrazioni su fatture
Articolo 187 Liste settimanali delle somministrazioni
Articolo 188 Forma del registro di contabilità
Articolo 189 Annotazioni delle partite di lavorazioni nel registro di contabilità
Articolo 190 Eccezioni e riserve dell'esecutore sul registro di contabilità
Articolo 191 Forma e contenuto delle riserve
Articolo 192 Titoli speciali di spesa
Articolo 193 Sommario del registro
Articolo 194 Stato di avanzamento lavori
Articolo 195 Certificato per pagamento di rate
Articolo 196 Disposizioni in materia di documento unico di regolarità contributiva in sede di esecuzione dei lavori
Articolo 197 Contabilizzazione separata di lavori
Articolo 198 Lavori annuali estesi a più esercizi
Articolo 199 Certificato di ultimazione dei lavori
Articolo 200 Conto finale dei lavori
Articolo 201 Reclami dell'esecutore sul conto finale
Articolo 202 Relazione del responsabile del procedimento sul conto finale

CAPO II – Contabilità dei lavori in economia

Articolo 203 Annotazione dei lavori ad economia
Articolo 204 Conti dei fornitori
Articolo 205 Pagamenti
Articolo 206 Giustificazione di minute spese
Articolo 207 Rendiconto mensile delle spese
Articolo 208 Rendiconto finale delle spese
Articolo 209 Riassunto di rendiconti parziali
Articolo 210 Contabilità semplificata

CAPO III - Norme generali per la tenuta della contabilità

Articolo 211 Numerazione delle pagine di giornali, libretti e registri e relativa bollatura
Articolo 212 Iscrizione di annotazioni di misurazione
Articolo 213 Operazioni in contraddittorio con l'esecutore
Articolo 214 Firma dei soggetti incaricati

TITOLO X – COLLAUDO DEI LAVORI

CAPO I – Disposizioni preliminari

Articolo 215 Oggetto del collaudo
Articolo 216 Nomina del collaudatore
Articolo 217 Documenti da fornirsi al collaudatore
Articolo 218 Avviso ai creditori
Articolo 219 Estensione delle verifiche di collaudo
Articolo 220 Commissioni collaudatrici

CAPO II – Visita e procedimento di collaudo

Articolo 221 Visite in corso d’opera
Articolo 222 Visita definitiva e relativi avvisi
Articolo 223 Processo verbale di visita
Articolo 224 Oneri dell'esecutore nelle operazioni di collaudo
Articolo 225 Valutazioni dell’organo di collaudo
Articolo 226 Discordanza fra la contabilità e l'esecuzione
Articolo 227 Difetti e mancanze nell'esecuzione
Articolo 228 Eccedenza su quanto è stato autorizzato ed approvato
Articolo 229 Certificato di collaudo
Articolo 230 Verbali di accertamento ai fini della presa in consegna anticipata
Articolo 231 Obblighi per determinati risultati
Articolo 232 Lavori non collaudabili
Articolo 233 Richieste formulate dall'esecutore sul certificato di collaudo
Articolo 234 Ulteriori provvedimenti amministrativi
Articolo 235 Svincolo della cauzione e pagamento della rata di saldo
Articolo 236 Collaudo dei lavori di particolare complessità tecnica o di grande rilevanza economica
Articolo 237 Certificato di regolare esecuzione
Articolo 238 Compenso spettante ai collaudatori

TITOLO XI – LAVORI RIGUARDANTI I BENI DEL PATRIMONIO CULTURALE

CAPO I – Beni del patrimonio culturale

Articolo 239 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 240 Scavo archeologico, restauro e manutenzione

CAPO II – Progettazione

Articolo 241 Attività di progettazione per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 242 Progetto preliminare per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 243 Progetto definitivo per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 244 Progetto esecutivo per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 245 Progettazione dello scavo archeologico
Articolo 246 Progettazione di lavori di impiantistica e per la sicurezza riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 247 Verifica dei progetti per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 248 Qualificazione e direzione tecnica per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale

CAPO III – Esecuzione e collaudo dei lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale

Articolo 249 Lavori di manutenzione riguardanti i beni del patrimonio culturale
Articolo 250 Consuntivo scientifico
Articolo 251 Collaudo dei lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale

PARTE III - CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A SERVIZI ATTINENTI ALL’ARCHITETTURA E ALL’INGEGNERIA NEI SETTORI ORDINARI

TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 252 Affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria
Articolo 253 Limiti alla partecipazione alle gare
Articolo 254 Requisiti delle società di ingegneria
Articolo 255 Requisiti delle società di professionisti
Articolo 256 Requisiti dei consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria
Articolo 257 Penali
Articolo 258 Commissioni giudicatrici per il concorso di idee e per il concorso di progettazione
Articolo 259 Concorso di idee
Articolo 260 Concorso di progettazione

TITOLO II - AFFIDAMENTO DEI SERVIZI

Articolo 261 Disposizioni generali in materia di affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria
Articolo 262 Corrispettivo
Articolo 263 Requisiti di partecipazione
Articolo 264 Bando di gara, domanda di partecipazione e lettera di invito
Articolo 265 Numero massimo di candidati da invitare
Articolo 266 Modalità di svolgimento della gara
Articolo 267 Affidamento dei servizi di importo inferiore a 100.000 euro

TITOLO III – GARANZIE

Articolo 268 Disposizioni applicabili
Articolo 269 Polizza assicurativa del progettista
Articolo 270 Polizza assicurativa del dipendente incaricato della progettazione

PARTE IV – CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A FORNITURE E ALTRI SERVIZI NEI SETTORI ORDINARI

TITOLO I - PROGRAMMAZIONE E ORGANI DEL PROCEDIMENTO

Articolo 271 Programmazione dell’attività contrattuale per l’acquisizione di beni e servizi
Articolo 272 Il responsabile del procedimento nelle procedure di affidamento dei contratti pubblici di servizi e forniture
Articolo 273 Funzioni e compiti del responsabile del procedimento
Articolo 274 Responsabile del procedimento negli acquisti tramite centrali di committenza

TITOLO II – REQUISITI DI PARTECIPAZIONE, SISTEMI DI REALIZZAZIONE E SELEZIONE DELLE OFFERTE

CAPO I – Requisiti per la partecipazione e sistemi di realizzazione

Articolo 275 Requisiti dei partecipanti alle procedure di affidamento
Articolo 276 Società tra concorrenti riuniti o consorziati
Articolo 277 Consorzi stabili per servizi e forniture
Articolo 278 Finanza di progetto nei servizi
Articolo 279 Progettazione di servizi e forniture e concorsi di progettazione di servizi e forniture
Articolo 280 Garanzie e verifica della progettazione di servizi e forniture
Articolo 281 Criteri di applicabilità delle misure di gestione ambientale

CAPO II – Criteri di selezione delle offerte

Articolo 282 Commissione giudicatrice
Articolo 283 Selezione delle offerte
Articolo 284 Offerte anomale
Articolo 285 Servizi sostitutivi di mensa
Articolo 286 Servizi di pulizia

CAPO III – Procedure di scelta del contraente ed aste elettroniche

Articolo 287 Accordo quadro e sistema dinamico di acquisizione
Articolo 288 Asta elettronica
Articolo 289 Sistema informatico di negoziazione
Articolo 290 Gestore del sistema informatico
Articolo 291 Modalità e partecipazione all’asta elettronica
Articolo 292 Modalità di formulazione delle offerte migliorative e conclusione dell’asta
Articolo 293 Individuazione delle offerte anormalmente basse e aggiudicazione
Articolo 294 Condizioni e modalità di esercizio del diritto di accesso
Articolo 295 Procedure di gara interamente gestite con sistemi telematici
Articolo 296 Bando di gara e termini per le procedure di gara interamente gestite con sistemi telematici

TITOLO III – ESECUZIONE DEL CONTRATTO E CONTABILITA’ DELLE FORNITURE E DEI SERVIZI

CAPO I – Esecuzione del contratto

Sezione I - Disposizioni Generali

Articolo 297 Norme applicabili all’esecuzione di servizi e forniture
Articolo 298 Penali, premio di accelerazione, garanzie, danni e riconoscimenti a favore dei creditori

Sezione II – Direttore dell’esecuzione

Articolo 299 Gestione dell’esecuzione del contratto
Articolo 300 Direttore dell’esecuzione del contratto
Articolo 301 Compiti del direttore dell’esecuzione del contratto

Sezione III – Esecuzione del contratto e contabilità

Articolo 302 Giorno e termine per l’avvio dell’esecuzione del contratto
Articolo 303 Avvio dell’esecuzione del contratto
Articolo 304 Verbale di avvio dell’esecuzione del contratto
Articolo 305 Riconoscimenti a favore dell’esecutore in caso di ritardato avvio dell’esecuzione del contratto
Articolo 306 Svincolo progressivo della cauzione in caso di contratti stipulati da centrali di committenza
Articolo 307 Contabilità e pagamenti
Articolo 308 Sospensione dell’esecuzione del contratto
Articolo 309 Certificato di ultimazione delle prestazioni

CAPO II - Modifiche in corso di esecuzione del contratto

Articolo 310 Divieto di modifiche introdotte dall’esecutore
Articolo 311 Varianti introdotte dalla stazione appaltante

TITOLO IV – VERIFICA DI CONFORMITA’

Articolo 312 Oggetto delle attività di verifica di conformità
Articolo 313 Termini delle attività di verifica di conformità
Articolo 314 Incarico di verifica della conformità
Articolo 315 Documenti da fornirsi al soggetto incaricato della verifica di conformità
Articolo 316 Estensione della verifica di conformità
Articolo 317 Verifica di conformità in corso di esecuzione
Articolo 318 Verifica di conformità definitiva e relativi avvisi
Articolo 319 Processo verbale
Articolo 320 Oneri dell'esecutore nelle operazioni di verifica di conformità
Articolo 321 Verifiche e valutazioni del soggetto che procede alla verifica di conformità
Articolo 322 Certificato di verifica di conformità
Articolo 323 Contestazioni formulate dall'esecutore sul certificato di verifica di conformità
Articolo 324 Provvedimenti successivi alla verifica di conformità
Articolo 325 Attestazione di regolare esecuzione

TITOLO V - ACQUISIZIONE DI SERVIZI E FORNITURE SOTTO SOGLIA E IN ECONOMIA

CAPO I – Acquisizioni sotto soglia

Articolo 326 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di acquisizione di servizi e forniture sotto soglia
Articolo 327 Requisiti
Articolo 328 Mercato elettronico

CAPO II - Acquisizione di servizi e forniture in economia

Articolo 329 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di acquisizione di servizi e forniture in economia
Articolo 330 Casi di utilizzo delle procedure di acquisto in economia
Articolo 331 Pubblicità e comunicazioni
Articolo 332 Affidamenti in economia
Articolo 333 Svolgimento della procedura di amministrazione diretta
Articolo 334 Svolgimento della procedura di cottimo fiduciario
Articolo 335 Mercato elettronico e uso degli strumenti elettronici
Articolo 336 Congruità dei prezzi
Articolo 337 Termini di pagamento
Articolo 338 Procedure contabili

PARTE V - CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI SPECIALI

TITOLO I – CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI SPECIALI DI RILEVANZA COMUNITARIA

CAPO I – Disciplina regolamentare applicabile

Articolo 339 Norme applicabili

CAPO II – Selezione qualitativa degli offerenti e qualificazione

Articolo 340 Requisiti di qualificazione

TITOLO II - CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE NEI SETTORI SPECIALI SOTTO SOGLIA COMUNITARIA

Articolo 341 Appalti di importo inferiore alla soglia comunitaria

TITOLO III – ORGANI DEL PROCEDIMENTO E PROGRAMMAZIONE NEI SETTORI SPECIALI

Articolo 342 Organi del procedimento e programmazione

PARTE VI - CONTRATTI ESEGUITI ALL’ESTERO

TITOLO I – Contratti nell'ambito di attuazione della legge 26 febbraio 1987, n. 49

Articolo 343 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di lavori, servizi e forniture relativi agli interventi di cooperazione tra l’Italia e i paesi in via di sviluppo
Articolo 344 Programmazione di lavori, servizi e forniture relativi agli interventi di cooperazione
Articolo 345 Progettazione di lavori relativi agli interventi di cooperazione
Articolo 346 Misure organizzative per la gestione ed esecuzione di lavori, servizi e forniture relativi agli interventi di cooperazione
Articolo 347 Aggiudicazione di lavori, servizi e forniture relativi agli interventi di cooperazione
Articolo 348 Direzione dei lavori relativi agli interventi di cooperazione
Articolo 349 Collaudo e verifica di conformità di lavori, servizi e forniture relativi agli interventi di cooperazione
Articolo 350 Adeguamento dei prezzi per i contratti relativi agli interventi di cooperazione

TITOLO II - Lavori su immobili all’estero ad uso dell’amministrazione del Ministero degli affari esteri

Articolo 351 Ambito di applicazione delle disposizioni in materia di lavori da eseguirsi presso le sedi estere del Ministero degli affari esteri
Articolo 352 Progettazione dei lavori presso le sedi estere del Ministero degli affari esteri
Articolo 353 Misure organizzative per la gestione ed esecuzione dei lavori presso le sedi estere del Ministero degli affari esteri
Articolo 354 Direzione dei lavori presso le sedi estere del Ministero degli affari esteri
Articolo 355 Collaudo dei lavori presso le sedi estere del Ministero degli affari esteri
Articolo 356 Adeguamento dei prezzi per i lavori presso le sedi estere del Ministero degli affari esteri

PARTE VII – DISPOSIZIONI TRANSITORIE E ABROGAZIONI

Articolo 357 Norme transitorie
Articolo 358 Disposizioni abrogate
Articolo 359 Entrata in vigore

ALLEGATI

Allegato A Categorie di opere generali e specializzate
Allegato B Certificato di esecuzione dei lavori
Allegato B.1 Certificato di esecuzione dei lavori ai sensi dell’articolo 357, commi 14 e 15, del regolamento di cui all’articolo 5 del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163
Allegato C Corrispettivi e oneri per le attività di qualificazione
Allegato D Incremento convenzionale premiante
Allegato E Domanda di qualificazione a contraente generale
Allegato F Esperienza dei direttori tecnici, dei responsabili di cantiere o dei responsabili di progetto, acquisita in qualità di responsabile di cantiere e di progetto
Allegato G Contratti relativi a lavori: metodi di calcolo per l’offerta economicamente più vantaggiosa
Allegato H Schema di garanzia globale di esecuzione
Allegato I Valutazione delle proposte progettuali nei concorsi di progettazione
Allegato L Criteri per l’attribuzione dei punteggi per la scelta dei soggetti da invitare a presentare offerte
Allegato M Contratti relativi a servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria: metodi di calcolo per l’offerta economicamente più vantaggiosa
Allegato N Curriculum vitae
Allegato O Scheda referenze professionali
Allegato P Contratti relativi a forniture e a altri servizi: metodi di calcolo per l’offerta economicamente più vantaggiosa

Sessanta milioni di euro per le imprese che "investono" in  sicurezza. E' questa la cifra che l'INAIL mette a disposizione per tutte le aziende - anche quelle individuali - iscritte alla camera di commercio che fanno della prevenzione una delle loro priorità d'intervento. Lo stanziamento verrà ripartito in budget regionali, in funzione del numero di addetti e dell'andamento infortunistico di ciascun territorio. 
 
"L'INAIL è sempre più impegnato nello sviluppo di un sistema integrato di presa in carico del lavoratore che sappia includere prevenzione, formazione, informazione, assistenza e consulenza. Tutto questo non solo per migliorare le condizioni di salute all'interno dei luoghi di lavoro, ma anche per rendere sempre più qualificate le prestazioni di assistenza e riabilitazione degli infortunati e di chi è affetto da malattie professionali, ai fini del loro reinserimento nella vita sociale e professionale", afferma il presidente, Marco Fabio Sartori. "Nel quadro di questa complessa mission, gli incentivi economici svolgono un ruolo senza dubbio strategico nella promozione di una vera cultura della prevenzione, che sia capace di sostenere al meglio le aziende nel miglioramento della sicurezza e della salute dei propri dipendenti".

Continua, dunque, l'impegno forte dell'Istituto in materia di prevenzione, secondo quanto previsto dal Testo Unico sulla sicurezza (comma 5, art.11). In quest'ottica i sessanta milioni di incentivi si definiscono, dunque, come un atto di intervento immediato per la promozione della sicurezza nei luoghi di lavoro, anche in attesa che il perfezionamento dell'accordo con le parti sociali renda utilizzabili le ulteriori risorse già messe a disposizione dal ministero del Lavoro (ex art.11, co.1 Testo Unico Sicurezza). "La sicurezza non ha prezzo", conclude Sartori, annunciando che è intenzione dell'Istituto l'obiettivo di incrementare ulteriormente le risorse a disposizione delle imprese "fino a 100 milioni di euro".

I sessanta milioni di euro saranno, così, disponibili per progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori; formazione; sperimentazione di soluzioni innovative e di strumenti di natura organizzativa ispirati alla responsabilità sociale delle imprese. A caratterizzare questa operazione, inoltre, un approccio alle procedure e verifiche di assegnazione all'insegna della massima semplificazione.
Dopo la pubblicazione dell'avviso sulla Gazzetta Ufficiale, infatti, gli interessati potranno accedere tramite il sito internet dell'INAIL - Punto Cliente -  ai singoli bandi regionali dove inserire dati anagrafici dell'impresa e particolari relativi al progetto, che prevedono l'attribuzione di un punteggio in automatico. Solo con il superamento di un punteggio soglia complessivo sarà possibile la compilazione della domanda online. Sarà, quindi, necessario presentare alla sede INAIL competente l'attestazione dei requisiti di ammissione al finanziamento e di attribuzione dei punteggi. Ciò avverrà con una procedura "valutativa a sportello" che, applicata a progetti o programmi organici e complessi, consente la massima semplificazione conservando tutte le garanzie per l'Ente erogante.

Il finanziamento a fondo perduto, che in parte può anche essere anticipato, viene erogato dopo la verifica della documentazione che attesta l'effettiva realizzazione dell'intervento e l'avvenuto pagamento dei corrispettivi da parte dell'impresa richiedente. Alla conclusione della procedura, l'INAIL si riserva di effettuare controlli, anche in loco, per verificare la conformità dell'intervento rispetto al progetto approvato e finanziato.

fonte inail

Expo Edilizia Roma

Pubblicato da Lilino Albanese | 22:33 | | 0 commenti »

Expo Edilizia - 11 / 14 Novembre 2010 - Fiera di Roma PAD 8 – Stand B/22 (Roma)
“ Fiera professionale per l'edilizia e l'architettura”

Data : 11/14 -11-2010 Luogo: Fiera di Roma (Roma) - Pad 8 Stand B/22
Segreteria Organizzativa, Referente: Dott.ssa Cristina De Donato Mail:

eventi@consorzioinfotel.it
 
Come si può raggiungere la fiera?
Arrivare è facile. Clicca qui per saperne di più.
Informazioni turistiche, ovvero come posso rendere più piacevole la mia permanenza a Roma?



La gestione operativa del DVR da parte dei Dirigenti, dei Preposti e dei RSPP

Data : 5 -11-2010 Luogo: FEDERMANAGERQUADRI Sala Verde - Via Ravenna, 14 - Roma Segreteria Organizzativa, Referente: Dott.ssa Cristina De Donato Mail:

eventi@consorzioinfotel.it

Brochure dell' evento: Scarica

Saie 2010

Pubblicato da Lilino Albanese | 19:28 | , | 0 commenti »

SAIE 2010 - 27 / 30 ottobre 2010 - Bologna Fiere Pad 33 Stand F8/G9 - Bologna (BO)

“ International Building Exhibition ”

Data: 27/30 -10-2010 Luogo: BolognaFiere (BO) - Pad 33 Stand F8/G9

Segreteria Organizzativa, Referente: Dott.ssa Cristina De Donato Mail: eventi@consorzioinfotel.it

Con il 2010 SAIE il salone internazionale delle costruzioni, si presenta in modo nuovo per offrire alle aziende espositrici nuovi servizi e un modo nuovo per incontrare i 170.000 operatori del settore che ogni anno vengono in fiera per discutere e confrontarsi su soluzioni, progetti, tecnologie per le costruzioni.

Corso multimediale rspp datore di lavoro

Pubblicato da Lilino Albanese | 12:35 | | 0 commenti »

CORSO MULTIMEDIALE SU CD

RSPP - DATORE DI LAVORO

Riferimenti normativi
L'art. 34 comma 2 del D. Lgs. 81/2008 prevede la possibilità che il Datore di lavoro svolga direttamente la funzione di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione. I contenuti minimi del corso di formazione sono previsti all’art. 2 del D.M. 16 gennaio 1997.

Destinatari del corso
  • Aziende artigiane e industriali fino a 30 addetti
  • Datori di lavoro di aziende agricole e zootecniche fino a 30 addetti
  • Datori di lavoro di aziende della pesca fino a 20 addetti
  • Datori di lavoro di altre aziende fino a 200 addetti
Oltre a ciò ci sono alcuni casi nei quali il Datore di Lavoro non può svolgere direttamente il compito di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (art. 31, comma 6 del D.Lgs. 81/2008) che sono:
  • Nelle aziende industriali di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, e successive modificazioni, soggette all'obbligo di notifica o rapporto, ai sensi degli articoli 6 e 8 del medesimo decreto
  • Nelle centrali termoelettriche
  • Negli impianti ed installazioni di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, e successive modificazioni
  • Nelle aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni;
  • Nelle aziende industriali con oltre 200 lavoratori
  • Nelle industrie estrattive con oltre 50 lavoratori
  • Nelle strutture di ricovero e cura pubbliche e private con oltre 50 lavoratori
Metodologia del corso
  • Lezioni multimediali e slide di commento sincronizzate
  • Documenti e dispense scaricabili dal sito
  • Test e verifica di apprendimento
Conclusione del modulo

Alla fine di ogni modulo verrà effettuata una verifica di apprendimento da inviare on line al docente del corso per la valutazione individuale

Il servizio di prevenzione e protezione ha la funzione di supportare il datore di lavoro in tutti gli adempimenti legati alla gestione della sicurezza e dell’igiene nell’ambiente di lavoro.

In tutti i SPP il datore di lavoro deve individuare il Responsabile di tale servizio (RSPP)
Definizione di Responsabile del Servizio di Prevenzione & Protezione (RSPP)

Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all’Art. 32 designata dal datore di lavoro a cui risponde per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi.

Per lo svolgimento della funzione di responsabile del servizio prevenzione e protezione è necessario seguire corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, di organizzazione e gestione delle attività tecnico amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali.

SICURNET CANTIERI è il nuovo sistema software per il monitoraggio e la gestione della sicurezza nei grandi cantieri edili ai sensi del D.Lgs 81/08 come modificato dal D.Lgs 106/09.
 
Le imprese edili, i consulenti per la sicurezza, i progettisti ed i direttori dei lavori possono trovare in SICURNET CANTIERI uno strumento informatico potente, efficace ed esaustivo per la redazione di tutta la documentazione prevista ai sensi della vigente normativa.
 
E' implementato attraverso le più recenti tecnologie informatiche (Microsoft .NET, file di interscambio .XML, database relazionali Microsoft SQL Server Express senza necessità di acquisto di licenze di terze parti). 
 
Include al suo interno un editor di testi integratoper la creazione dei documenti in uscita direttamente nei formati .RTF, .PDF. HTML ed altri senza necessità (per la visualizzazione e la modifica) di acquisto di editor di altre case produttrici.
 
SICURNET CANTIERI è l'unico software di CONSORZIO INFOTEL ad includere direttamente il modulo INFOCAD per il disegno diretto del layout grafico di cantiere.

Caratteristiche principali
  • Redazione del POS/PSC/PSS in formato modificabile
  • Archivi di base completi delle fasi lavorative con attrezzature, sostanze, macchine ed opere provvisionali consultabili per settore (Es. : cantieri stradali, fabbricati per civili abitazioni, opere idrauliche, etc.,). Gli archivi di base sono digitali ed utilizzabili tra di loro in maniera elettronica per la creazione di nuove schede di sicurezza dinamiche
  • Archivio descrizioni per la definizione dell'organizzazione del cantiere
  • Anagrafica dei tecnici, delle imprese e dei committenti
  • Gestione anagrafica per ogni dipendente : rischi, DPI, protocollo di sorveglianza sanitaria, formazione ed informazione
  • Valutazione delle esposizioni al rumore ai sensi del D.Lgs 81/08 e s.m.i. tramite il calcolo del Lex,8h livello di esposizione quotidiano e settimanale per le fasi lavorative
  • Valutazione dei rischi derivanti dall’esposizione alle vibrazioni meccaniche trasmesse al sistema mano-braccio (HAV) ed al corpo intero (WBV)
  • Valutazione dei rischi derivanti dalla Movimentazione Manuale dei Carichi (M.M.C) semplice e composta con l'utilizzo del modulo extra per i rischi derivanti da spinta e traino (Snook & Ciriello)
  • Redazione e stampa del DVR per le imprese edili con le relative schede di sicurezza (comprese) associate
  • Redazione del DUVRI cantiere
  • Valutazione dei rischi per macrolivello : è possibile raggruppare i lavori per macrogruppi di appartenenza
  • Novità : Layout grafico di cantiere tramite il modulo ingrato INFOCAD (clicca qui per maggiori informazioni). Importazione planimetria di base in .DWG e/o .DXF. Comprende un vastissimo archivio di blocchi cad (macchine, attrezzature, apprestamenti, segnaletica, etc.,). Possibilità di inserimento delle recinzioni, linee elettriche, impianti di cantiere grazie al collegamento dinamico tra i blocchi CAD e gli archivi di base interni. A seguito della redazione del POS/PSC una procedura guidata propone all'utente l'inserimento degli elementi da posizionare sulla planimetria per garantire la corrispondenza informatica tra quanto inserito nel documento e quanto rappresentato graficamente. Possibillità di creare blocchi personalizzati da archiviare nella propria libreria
  • Archivi di base : Rischi, DPI (con collegamento automatico dei rischi ai relativi dispositivi correlati)
  • Check list di controllo di cantiere
  • Schede di sicurezza in dotazione al modulo PSC/PSS raggruppate e consultabili per categorie (allestimento cantiere, opere provvisionali, protezione scavi, viabilità, macchine, impianti etc.,)
  • Possibilità di inserimento di più imprese che lavorano nello stesso cantiere con la definizione di più "zone" di cantiere
  • Redazione del diagramma di GANTT tramite l'inserimento delle fasi lavorative del cantiere e la relativa tempistica di realizzazione. La scelta delle fasi lavorative corrisponde alla scelta di una scheda di sicurezza che andrà a costituire il documento finale. Il diagramma di GANTT è sia temporale che spaziale e può essere facilmente esportato in Microsft Excel
  • Gestione delle sospensioni (Diagramma di GANTT) e visualizzazione stati di avanzamento
  • Nel diagramma di GANTT viene generato lo studio delle interferenze per fasi lavorative di una stessa impresa, più imprese, per una o più zone di cantiere
  • Studio delle interferenze a preventivo ed a consuntivo
  • Le interferenze individuate dal diagramma di GATT vengono analizzate ed associate a rischi aggiutivi da poter caricare negli archivi di base con i relativi DPI correlati
  • Archivi di rischi da interferenze e relative misure di prevenzione
  • Redazione del cronoprogramma dei lavori con possibilità di visualizzare giorno per giorno l'importo speso e le lavorazioni coinvolte
  • Calcolo automatico dei costi della sicurezza: i DPI, gli apprestamenti e le attrezzature previste vengono in automatico trasferite alla sezione dei costi della sicurezza speciale dove inserendo le quantità ed i prezzi unitari è possibile effettuare la stima dei costi della sicurezza
  • Collegamenti ai prezzari aggiornati di tutta Italia della sicurezza per la stima dei costi
  • Possibilità di creare e personalizzare le schede tecniche, le fasi lavorative e gli archivi di base attingendo i dati iniziali dagli archivi di base già a corredo del software
  • Redazione del PIMUS tramite software compreso nel pacchetto di installazione (clicca qui per maggiori informazioni)
  • Redazione del fascicolo di manutenzione tramite software compreso nel pacchetto di installazione (clicca qui per maggiori informazioni)
  • Redazione dei capitolati speciali d'appalto tramite software compreso nel pacchetto di installazione (clicca qui per maggiori informazioni)
  • Gestione avanzata in rete locale LAN dell'applicativo in multilicenza con utilizzo condiviso dei prototipi
  • Possibilità di 'bloccare' i singoli lavori tramite apposita funzione per disabilitare temporaneamente la possibilità di modifiche da parte di altri utenti
  • Novità : Gestore delle stampe per la redazione e consultazione veloce di tutti i documenti componibili dal software con relativa e separata archiviazione

Il Consorzio Infotel organizza corsi per “Formatori alla Sicurezza sul Lavoro” Il percorso formativo, pensato dal Consorzio Infotel , per Formatori  alla Sicurezza sul lavoro, si propone di proporre un format inedito e innovativo.

Ciascun Modulo Formativo è costituito da una parte “teorica” e da un laboratorio finalizzato all'acquisizione di abilità professionalizzanti per l'analisi, la progettazione o la produzione di nuovi strumenti formativi,(FAD) .

Inoltre al termine del corso  si offre la possibilità di   sviluppare un apprendimento esperienziale concreto, selezionando personale da inserire sui propri corsi di formazioni con il ruolo di Docente.

Requisiti minimi: E’ necessario avere conoscenze minime in materia di salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs.81/08) e possedere il diploma quinquennale di scuola media superiore o titolo equivalente. Alla domanda d’iscrizione dovrà essere presentato il curriculum vitae, verrà poi confermata l’accettazione dall’Ente stesso.

Durata : h 36 [ di cui 24 in aula e 12 in fad ]

Costi: 290,00 + iva

metodo : in aula + fad

Contatti: 0828 34.6.501

software infotel infoscheduler

Pubblicato da Lilino Albanese | 15:50 | | 0 commenti »

software infotel
TUTTE LE SCADENZE SOTTO CONTROLLO ... 

Essenziale e praticissimo scheduler per gestire il tuo lavoro - Concepito per pianificare e per non dimenticare tutte le attività e le scadenze nell'ambito della gestione delle attività del SPP (formazione, visite mediche, manutenzione macchine e impianti) 

Le scadenze inserite vengono associate a utenti responsabili che vengono avvisati, tramite posta elettronica, sms, alert dell'imminenza della scadenza, in modo che possano adottare le azioni opportune
E' possibile attivare scadenze a rinnovo automatico e manuale, con cadenza variabile da giornaliere a decennale. Le scadenze possono essere riservate o a consultazione libera.

Caratteristiche principali:
  • Impostazioni delle giornate di lavoro e le fasce per adattare il software alle attività. Selezionando un incarico già assegnato, compare la relativa descrizione dettagliata del suo contenuto.
  • Pianificazione personalizzata: con Infoscheduler è possibile modulare la schedulazione secondo le vostre esigenze per una visione precisa (mattino, pomeriggio e giornata) o più sintetica (settimanale, mensile).
  • Con un solo click, si puo' filtrare la visualizzazione del planning. E' possibile scegliere di visualizzare un solo calendario o piu' calendari.: ciò vi permetterà di avere un controllo preciso e rapido delle attività della vostra azienda velocemente
  • Alcuni incarichi sono ricorrenti ? Con la funzione ricorrenza, potete creare un incarico periodico facilmente (settimanale, mensile…) sul planning board e risparmiare quindi tempo.
  • Sincronizzazione del planning con Outlook . Così, permette alle risorse di seguire il planning (non serve una licenza supplementare)
  • Invio e –mail e/o sms , reminder alla ricorrenza che e' sempre possibile posticipare
  • Collegamento a Sicurnet e Lavoro system perle scadenze Visite Mediche , Formazione , Gestione Estintori, etc….
  • Creazione di calendari illimitati
  • Password amministratore per gestire Invio sms ed invio mail e gestione calendari
  • Possibilità di allegare agli eventi creati da Infoscheduler allegati PDF,Doc, Direttamente da scanner , etc…
  • Organizzazione dell' attività / Condivisione della schedulazione sulla rete
  • Il software e' installato stand alone e funziona senza l'ausilio di altri software E' possibile integrarlo al Software Lavoro system . Già presente nel Software Sicurnet Lavoro

software infotel

Pubblicato da Lilino Albanese | 15:38 | | 0 commenti »

software infotel
Il Consorzio Infotel nasce dalla sinergia di lavoro di più aziende tutte con sede operativa nello stesso moderno stabile direzionale sito in via Strauss 45, Battipaglia (SA). Il Consorzio Infotel si è distinto tra le numerose realtà che operano nel settore dell’Information & Communication Technology grazie alla maturata esperienza, ai traguardi raggiunti, agli ingenti investimenti per la ricerca, l’innovazione, la progettazione, lo sviluppo e le attività promozionali ma soprattutto alla professionalità ed alla dedizione al lavoro di uno staff divenuto sempre più competente.  

S&M:

Gestionale
Servizi di consulenza ad hoc
Certificazioni
Procedure SGSL
Formazione FAD

TRAINING

Formazione in AULA
Formazione a distanza
CONFSALFORM
BeTRAINER
Infotel T. C.
Kit e corsi per i formatori
AJA per corsi AUDITOR

SHOP-81

Sicurnet Cantieri con aggiornamenti
Sicurnet lavoro con aggiornamenti
Lavoro System con aggiornamnti
Cantieri System con aggiornamenti
Infoscheduler
Tutto lavoro e Tutto cantieri

P.A

OPERA
UNICO
FAD specialistica
CONSULENZA SICUREZZA
SICURNET ENTI

software infotel

TUTTI LE SCADENZE SOTTO CONTROLLO ... 


Essenziale e praticissimo scheduler per gestire il tuo lavoro - Concepito per pianificare e per non dimenticare tutte le attività e le scadenze nell'ambito della gestione delle attività del SPP (formazione, visite mediche, manutenzione macchine e impianti)

Le scadenze inserite vengono associate a utenti responsabili che vengono avvisati, tramite posta elettronica, sms, alert dell'imminenza della scadenza, in modo che possano adottare le azioni opportune

E' possibile attivare scadenze a rinnovo automatico e manuale, con cadenza variabile da giornaliere a decennale. Le scdenze possono essere riservate o a consultazione libera.

Caratteristiche principali:
  • Impostazioni delle giornate di lavoro e le fasce per adattare il software alle attività. Selezionando un incarico già assegnato, compare la relativa descrizione dettagliata del suo contenuto.
  • Pianificazione personalizzata: con Infoscheduler è possibile modulare la schedulazione secondo le vostre esigenze per una visione precisa (mattino, pomeriggio e giornata) o più sintetica (settimanale, mensile).
  • Con un solo click, si puo' filtrare la visualizzazione del planning. E' possibile scegliere di visualizzare un solo calendario o piu' calendari.: ciò vi permetterà di avere un controllo preciso e rapido delle attività della vostra azienda velocemente
  • Alcuni incarichi sono ricorrenti ? Con la funzione ricorrenza, potete creare un incarico periodico facilmente (settimanale, mensile…) sul planning board e risparmiare quindi tempo.
  • Sincronizzazione del planning con Outlook . Così, permette alle risorse di seguire il planning (non serve una licenza supplementare)
  • Invio e –mail e/o sms , reminder alla ricorrenza che e' sempre possibile posticipare
  • Collegamento a Sicurnet e Lavoro system per le scadenze Visite,Estintori, etc….
  • Creazione di calendari illimitati
  • Password amministratore per gestire Invio sms ed invio mail e gestione calendari
  • Possibilità di allegare agli eventi creati da Infoscheduler allegati PDF,Doc, Direttamente da scanner , etc…
  • Organizzazione dell' attività / Condivisione della schedulazione sulla rete
  • Il software e' installato stand alone e funziona senza l'ausilio di altri software E' possibile integrarlo al Software Lavoro system . Già presente nel Software Sicurnet Lavoro