Infotel
cloud


Tra le molte novità introdotte dal Collegato lavoro, in vigore dal 24 novembre 2010 (L. n. 183/2010), una serie di misure finalizzate al contrasto del lavoro sommerso, tra cui una sanzione amministrativa da 1.500 a 12 mila euro per ciascun lavoratore irregolare, con l’aggiunta di 150 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo, per i datori di lavoro privati che non trasmettono la comunicazione preventiva di assunzione.

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con la Circolare n.38, è intervenuto a fornire chiarimenti in materia di maxisanzione.

La Circolare ribadisce la natura di misura sanzionatoria aggiuntiva della “maxisanzione”, in quanto questa non sostituisce ma va a sommarsi a quanto già previsto dalla normativa nei casi di irregolare costituzione del rapporto di lavoro (mancata consegna al lavoratore del documento contenente le informazioni  relative alla instaurazione del rapporto di lavoro, omesse registrazioni sul libro unico ecc). 

Presupposto per l’individuazione del lavoro sommerso
è l’impiego di lavoratori in assenza di comunicazione preventiva di instaurazione del rapporto di lavoro.  

Ambito di applicazione

La norma attuale si riferisce esclusivamente ai “lavoratori subordinati  senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro”  alle dipendenze di datori di lavoro privati, o anche di enti pubblici economici, con esclusione dei lavoratori domestici. Il provvedimento sanzionatorio si applica, quindi, alle prestazioni di natura subordinata non comunicate al Centro per l’impiego. Le nuove misure apportano modifiche al decreto legge 12/02 (convertito nella Legge 73/02) e contengono dettagliate modalità di calcolo della sanzione.
La sanzione non è applicabile ai rapporti di lavoro instaurati con lavoratori autonomi e parasubordinati, come ad esempio nei casi di collaborazioni coordinate e continuative, anche  a progetto. L'applicazione della maxisanzione assorbe quella (100 euro) relativa al mancato invio della comunicazione di assunzione al centro per l'impiego.

Esclusioni dall’applicazione

La circolare conferma la possibilità di regolarizzare il mancato invio  della comunicazione al centro per l'impiego, allo scopo di evitare la maxi sanzione, purché la regolarizzazione preceda il primo accesso ispettivo.
I casi prospettati sono due:
  • se la regolarizzazione avviene prima della scadenza del primo pagamento contributivo, cioè entro il 16 del mese successivo all'effettivo inizio del rapporto, la maxi sanzione si evita con l'invio della sola comunicazione di assunzione;
  • se la regolarizzazione avviene successivamente, la maxi sanzione può essere evitata solo se il datore di lavoro, oltre alla comunicazione al centro per l'impiego, effettua il versamento anche della contribuzione relativa al periodo "scoperto". Più precisamente, deve denunciare la propria posizione debitoria entro 12 mesi dal termine stabilito per il pagamento dei contributi riferiti al primo periodo di paga; il versamento dei contributi per tutto il periodo di irregolarecontribuzione deve essere effettuato entro 30 giorni dalla denuncia.
Restano fermi i successivi e conseguenti adempimenti previdenziali. 

Fonte: Ministero del lavoro e delle politiche sociali

3 morti sul lavoro

Pubblicato da Lilino Albanese | 13:21 | | 0 commenti »

Un uomo di 43 anni, Roberto Delfi, è morto a Laterina, in provincia di Arezzo, a causa delle esalazioni provenienti da un silos che conteneva truciolato. Non è ancora chiaro perché la vittima si trovasse in quel luogo. Il silos-killer si trovava nell’azienda di Roberto Delfi, la quale porta il suo nome.

A lanciare l’allarme è stata un’impiegata e sul posto sono subito giunti i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Allertato anche il servizio di elisoccorso nel caso in cui ci fosse stato bisogno di un trasporto in ospedale d’urgenza.

Arrivati sul silos, i pompieri hanno avuto qualche difficoltà a recuperare il corpo dell’artigiano ormai privo di conoscenza. I sanitari hanno attivato tutte le procedure per cercare di rianimarlo, ma alla fine non c’è stato nulla da fare.

Ma nella giornata di oggi ci sono state altre due morti bianche: un operaio è caduto nella tromba dell’ascensore in un palazzo in costruzione a Milano in via Bernardino Verro. L’uomo, 41 anni, avrebbe violentemente picchiato la testa al suolo dopo un volo di tre metri e sarebbe morto sul colpo. Ancora da chiarire sono i motivi della caduta, ma a quanto pare la vittima avrebbe involontariamente perso l’equilibrio.

Non lontano dal capoluogo lombardo, a Parego in Brianza, un 42enne originario di Valsassina (Lecco) è deceduto dopo essere precipitato dal tetto di un’abitazione su cui stava lavorando. A causare la fatale caduta è stato un attrezzo da lavoro che lo ha travolto.

http://www.ilquotidianoitaliano.it

Mercoledì, 15 Dicembre 2010- Ore 9:00 presso Musa - Contrada Piano Cappelle - Benevento

Il Sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro, (SGSL), è il sistema organizzativo finalizzato al miglioramento continuo della salute e della sicurezza aziendale e fa riferimento alla norma OHSAS 18001:2007. La sua adozione, del tutto volontaria, se è conforme a quanto previsto dall'art. 30 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. ha efficacia esimente della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni (D. Lgs. 231/01).

Il SGSL definisce le modalità per individuare, all'interno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilità, le procedure, i processi e le risorse per la realizzazione della politica aziendale di prevenzione, nel rispetto delle norme di salute e sicurezza vigenti.

- 09.00 – Registrazione partecipanti
- 09.15 – Apertura lavori
Dott. Rino Vitelli - Dirigente Assessorato Cultura Comune di Benevento Dott. Gianfranco Ucci - Presidente LIONS Club Benevento Host Prof. Aniello Cimitile- Presidente Provincia di Benevento Geom. Mario Rinaldi- Presidente Collegio Geometri di Benevento Arch. - Sabatino Falzarano - Presidente Ordine Architetti di Benevento
- 09.30 – Sistema OHSAS 18001 - Ciclo di Deming Dott. Marcello Parrella - Direttore Globalform
- 09.50 – La prevenzione conviene: riduzione del premio INAIL e finanziamenti per le imprese che “investono” in Sicurezza Dott.ssa Anna Villanova - Resp. Sede INAIL Benevento
- 10.10 – Il ruolo della formazione per la qualità e la sicurezza. Dott. Pino Mauriello - Direttore CPT Benevento
- 10.30 – Modalità e Procedure per operare in Sicurezza Prof. Gaetano Natullo - Docente di Diritto del Lavoro presso la Facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi del Sannio
- 11.00 – Sistemi di Gestione OHSAS 18001 e del D.Lgs. 81/08 Ing. Giuseppe Pacelli - Innova Srl- Benevento
Presentazione di una esperienza applicativa: Porti di Roma e del Lazio Ing. Marcello Liguori - Innova Srl- Benevento
- 11.45 – Sistema Software Gestionale Dott. Pellegrino Albanese - Direttore Tecnico Infotel
- 12.15 – I vantaggi delle Certificazioni di un SGSL Dott. Alfonso Pagliuca - Certification Manager AJA Registrars Europe
- 12.40 – Agevolazioni per l’erogazione della formazione Dott. Salvatore Piroscia - Direttore Confsalform
- 13.00 – Dibattito

Moderatore Ing. Dott. Secondo Martino
Segreteria Organizzativa, Referente: Dott.ssa Cristina De Donato Mail: eventi@consorzioinfotel.it
Scarica brochure: scarica