Infotel
cloud

Progettazione cantieri

Pubblicato da Lilino Albanese | 09:42 | 0 commenti »

Progettazione cantieri
i quaderni del Civ
DPI



Il Decreto Legislativo n. 81/08 all’art. 30 mette in evidenza l’importanza di adottare un sistema di gestione e di controllo delle procedure per l’attuazione di un modello organizzativo che garantisca l’adempimento degli obblighi giuridici legati alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Qualità, Ambiente.
Le Piccole, Medie e Grandi aziende, gli Enti , i liberi professionisti e tutti i soggetti che rientrano nel campo di applicazione del d lgs 81, con l’adozione e l’attuazione di un modello organizzativo vengono esonerati dalla responsabilità amministrativa.
Le Piccole, Medie e Grandi aziende, gli Enti , i liberi professionisti e tutti i soggetti che rientrano nel campo di applicazione del d lgs 81, con l’adozione e l’attuazione di un modello organizzativo vengono esonerati dalla responsabilità amministrativa. 

Richiedi demo e costi

  • Aggiornati i programmi dei corsi Prevenzione incendi

    Posted:Tue, 09 Feb 2016 11:07:33 +0100 
    Con la circolare DCPREV n. 1284 del 02/02/2016

    Aggiornati i programmi dei corsi Prevenzione incendi

    Il corso si struttura in 13 moduli formativi per un percorso di minimo 120 oreCon la circolare DCPREV n. 1284 del 02/02/2016 - la Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica aggiorna con effetto immediato i contenuti dell'articolo 4 e 7 del D.M. 5/8/2011 a quasi un quinquennio dalla sua entrata in vigore.
    Il documento, disponibile in allegato , entra nel merito di diversi aspetti sia per i Corsi base di specializzazione in prevenzione incendi (finalizzati alla iscrizione dei professionisti negli elenchi del ministero dell'Interno), sia dei corsi e seminari di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, tra le principali novità troviamo:
    - Il programma del corso base di prevenzione incendio viene aggiornato alla luce della Regola tecnica orizzontale allegata al decreto 3 agosto 2015. L'allegato 1 è interamente dedicato a questo tema, vengono previsti 13 moduli fondamentali dedicati a diversi argomenti per una durata minima del percorso formativo fissata in 120 ore.
    - Viene ampliato il numero di partecipanti massimo che nel D.M. 5/8/2011 era limitato a 60.

    La circolare 2 febbraio 2016, n. 1284 del Ministero dell’Interno contiene infatti il nuovo programma aggiornato del corso base di specializzazione antincendio, che sostituirà la precedente versione. Come richiesto in precedenza dagli Ordini e dai Collegi provinciali, viene ora eliminato il numero massimo di partecipanti (precedentemente limitato a 60 unità). Rimane però la necessità di assicurare l’efficacia dell’attività formativa erogata dal soggetto organizzatore.

    Il corso si struttura in 13 moduli formativi per un percorso di minimo 120 ore. Il soggetto organizzatore può tuttavia inserire ulteriori aggiornamenti ai singoli moduli, per una durata complessiva maggiore. Per alcuni moduli saranno previsti dei test di verifica dell’apprendimento e la predisposizione di un progetto di prevenzione incendi sotto la guida del docente. La frequenza delle lezioni risulta assolutamente obbligatoria: in questo senso non potranno sostenere l’esame finale coloro che abbiano maturato assenze superiori al 10% delle ore complessive.

    Ecco come si suddividono tematicamente i 13 moduli:
    1. Obiettivi, direttive, legislazione e regole tecniche di prevenzione incendi;
    2. Fisica e chimica dell’incendio;
    3. Tecnologia dei materiali e delle strutture di protezione passiva;
    4. Tecnologia dei sistemi e degli impianti di protezione attiva – Sicurezza degli impianti tecnologici;
    5. Valutazione del rischio incendio e Gestione della sicurezza antincendio;
    6. Procedure di prevenzione incendi;
    7. Approccio ingegneristico e sistema di gestione della sicurezza;
    8. Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro;
    9. Attività a rischio di incidente rilevante;
    10. Progettazione in mancanza di regole tecniche;
    11. Progettazione in presenza di regole tecniche – Attività di tipo civile;
    12. Progettazione in presenza di regole tecniche – Attività di tipo industriale;
    13. Visita presso una attività soggetta.

    Per ciascun modulo viene indicato il numero minimo di lezioni, con gli argomenti da sviluppare per ciascuna lezione.

    Aggiornati i programmi dei corsi Prevenzione incendiDCPREV n. 1284 del 02/02/2016